Manicure Professionale

La cura delle unghie è quanto mai importante per le donne, ma avere mani curate è indice di attenzione a se stessi anche da parte degli uomini.

Come si fa una manicure professionale?Prima di iniziare è importante

Disinfettare le mani e pulire le unghie

Prima di cominciare qualsiasi tipo di lavoro sulle mani, è bene che il professionista che sta facendo la manicure pulisca e disinfetti a fondo le parti da trattare. Le mani, infatti, sono (contrariamente a quello che si può pensare) una delle parti del nostro corpo più esposte a germi. Con le mani facciamo tutto ed è buona norma disinfettarle, per evitare che pellicine o piccoli graffi scoperti si infettino durante le operazioni. Il disinfettante deve essere uno specifico e antibatterico.

Subito dopo è importante che il vostro specialista si occupi di passare un solvente sulle vostre unghie per eliminare eventuali residui di smalto precedente o residui di sporco sedimentati e procedere a lavorare poi così su pelle e unghie completamente pulite.

Accorciare le unghie e dare loro forma

Dare forma alle unghie è la fase successiva. Si comincia decidendo la lunghezza che si vuol dare loro e le si accorcia l’unghia naturale con un’apposita lima professionale, dando nel frattempo la forma che più si addice alla mano e che rispecchia i gusti del cliente. Esistono diverse forme possibili: unghie stondate, unghie a punta, oppure unghie quadrate. Il professionista saprà consigliare il cliente sullo stato di salute delle proprie unghie, quanto sia possibile portarle lunghe in base alla loro conformazione e quale forma si addica di più al tipo di mano.

Eliminare cuticole e pellicine

E’ importante che la zona intorno alle unghie sia ben idratata. Una volta finito di accorciare le unghie e rendere loro una forma che doni alle vostre mani, sarà possibile ottenere questo risultato utilizzando un olio ammorbidente, facendo attenzione a passarlo soprattutto sulle cuticole, che in questo modo si ammorbidiranno e potranno essere spinte indietro grazie al pusher, uno strumento utilizzato appositamente per questa operazione.

Le cuticole vanno rimosse in maniera delicata, facendo attenzione a non scalzarle troppo in profondità, per non portare allo scoperto la radice dell’unghia e provocare così dolorose ferite che possono anche rischiare di infettarsi.  Una volta sistemate le cuticole, sarà necessario sollevare anche le pellicine che ricoprono l’unghia o le sono in prossimità e tagliarle con un tronchesino partendo dal basso verso l’alto per evitare di sollevare ulteriormente la pellicina restante.

Per evitare  che le cuticole si induriscano e le pellicine si riformino nuovamente sarà necessario emulsionare ancora il contorno unghia con olio emolliente apposito.

Eliminare graffi o ingiallimenti dalle unghie

Non è però ancora tutto perfetto. Le unghie possono sempre presentare graffi oppure ingiallimenti dovuti a fumo o all’uso di smalti di bassa qualità. E’ necessario rimuoverli grazie ad una lima a spungna con la quale strofinare energicamente ogni singola unghia. Non abbiate paura se lo specialista che vi pratica la manicure usa questa lima con un po’ più di forza sulle vostre unghie, questo non è affatto dannoso per voi o per la vostra salute!

Lucidare e spazzolare le unghie

Con la lima autolucidante il professionista si accingerà a lucidare le vostre unghie, senza l’uso di ulteriori sostanze. Prima le luciderà grazie al lato più abrasivo della lima e poi il più delicato.
Fatto questo, si riapplica l’olio idratante per rinutrire e si conclude con l’ultimo passaggio: la stesura del rinforzante. Non si tratta di un semplice smalto, ma di un vero e proprio trattamento specifico, a base di polimeri in grado di indurire lo strato corneo dell’unghia.

Vuoi testare con mano una manicure professionale? Contattaci.